Lamiamola


Il mio progetto è partito dallo studio dell’impianto originale che si presentava, oltre che degradato, composto da elementi sconnessi tra di loro. La struttura era composta da due piccole torrette ostunesi e un’espansione posticcia, che è diventata l’attuale cucina. La struttura preesistente era stata costruita lungo un asse che seguiva il pendio naturale del terreno. L’intento progettuale è stato di interpretare la struttura, realizzando due lamie, una delle due di collegamento tra le torrette. Le due lamie seguono la linea del pendio naturale del terreno, come già nella parte esistente. Alcune parti originali, dove è stato possibile sono state lasciate in pietra, le altre sono state trattate a calce. Sono stati ridisegnati i muretti a secco. La piscina è stata realizzata nel punto più panoramico del terreno; tra la piscina e la zona cucina è stata realizzata una tettoia in legno con panche in muratura. La struttura, destinata ad essere una struttura ricettiva, è stata curata in ogni dettaglio.